Obiettivi Post-Parto: Tornare a 53 kg – Un Appetito Salutare, post n.5

Mercoledì, 31 maggio 2017.
*35 settimane e 6 giorni di gestazione.
PESO OGGI: 74.5kg.

In tutta onestà, non so come ho fatto a fare 69,776 passi la settimana scorsa.
Incinta da quasi 36 settimane e la mia vita è diventata incredibilmente difficile. Faccio fatica a camminare, stare in piedi, alzarmi.
Sono in maternità da due settimane, ma continuo a sentirmi esausta e mi fa male la schiena; allo stesso tempo mi sento irrequieta e come se non fossi capace di rilassarmi.
Continuo a farmi domande del tipo: E se andassi a coricarmi? O forse dovrei fare qualche servizio in casa? Uhm, magari non sarebbe meglio se andassi a fare una camminata per tenermi impegnata?
Continuo a circondarmi di libri e giornali con la televisione di sottofondo per compagnia.
Il mio peso continua ad aumentare ogni giorno che passa. Tutte le mattine mi sveglio più gonfia e pesante. L’aumento di peso non mi dà neanche fastidio, alla fine significa che la bambina cresce e se non altro sta bene. Quello che trovo fastidioso è il continuo senso di affaticamento che mi impedisce di fare tutte le varie, e normali, attività quotidiane.

Comunque, ho finito con le lamentele. Vado a farmi una bagel con del formaggio spalmabile nella speranza che mi faccia sentire più serena.

Due settimane fa, ho scritto un post sui cibi che aiutano la produzione del latte materno durante l’allattamento e quanto sia importante continuare a consumare 2,500 calorie al giorno.
Per quanto riguarda mantenere una dieta salutare invece?
Penso di aver già menzionato, nel mio ultimo post, come mi piacerebbe avere “la botte piena e la moglie ubriaca” quando si tratta di perdere peso… senza dover rinunciare a mangiare.
Io e Gavin siamo due fan accaniti di Gordon Ramsay e abbiamo un paio dei suoi libri di ricette a casa, uno di questi si chiama “Appetito Salutare”.
Mi ritrovo ad essere completamente d’accordo con lo Chef Ramsay quando nel suo libro dice che l’apprezzamento del cibo fa parte del vivere una bella vita.
Quello che mi ha spinto a comprare il libro quando l’ho adocchiato in libreria, è stata l’ introduzione, in quanto ho trovato ispirazione nelle parole di Gordon (manco fossimo amici che lo chiamo per nome 😀 ):

  • Mangiare salutare è un argomento che mi sta a cuore;
  • Ero sovrappeso e decisamente non in forma;
  • Esercizio fisico e mangiare bene vanno mano nella mano;
  • Tutti possiamo fare dei piccoli cambiamenti che miglioreranno la nostra dieta e stile di vita in generale;
  • Non credo in diete ossessive;
  • Divertirsi a preparare pasti e piatti salutari senza geopardizzarne i sapori;
  • Piccoli accorgimenti sono l’unica cosa necessaria a rendere i nostri piatti preferiti più bilanciati, con meno grassi e calorie e pieni di nutrienti che danno energia;
  • Scegliere gli ingredienti giusti è alle basi del mangiare in modo salutare;
  • è importante utilizzare alimenti di stagione.

Detto questo, il mio Fitbit, che non finisce mai di stupirmi, mi sta aiutando a creare un paio di menù settimanali. Mi basta usare l’applicazione sul PC o telefono e creare un piatto con tutti i suoi ingredienti e grammature; l’applicazione poi, calcola le calorie totali di ogni piatto. In questo modo, posso organizzare cosa mangiare giorno per giorno assicurandomi di non eccedere, o trascurare, il totale delle calorie che servono al mio corpo per produrre il corretto fabbisogno di energia.

index

Un’altra cosa che sto tenendo in considerazione durante la realizzazione di questo obiettivo è la dieta che mia mamma ha seguito l’anno scorso, con la quale ha perso 10kg in un anno. Perchè io e mia madre abbiamo lo stesso fisico e statura, mi è stata fatta vedere la dieta così da poterne prendere spunto per raggiungere il mio obiettivo.
Ovvio, non posso seguire le stesse grammature che ha seguito lei, in quanto l’allattamento prevede il doppio delle calorie che mia mamma doveva mangiare giornalmente, ma la struttura della dieta mi aiuta a capire quali alimenti posso combinare insieme nello stesso piatto al fine di mangiare in modo corretto.

Ad ogni modo, al fine di rimanere in forma e in salute, è importante apportare alcuni accorgimenti al nostro stile di vita:

  • Bere almeno 1.5/2 litri di acqua al giorno;
  • Non saltare i pasti e puntare a mangiare 5 volte al gionro: 3 pasti principali e 2 spuntini;
  • Aumentare il consumo settimanale di legumi come fagioli, ceci, lenticchie e piselli che possono essere mangiati in sostituzione di carne e pesce;
  • Aumentare il consumo giornaliero di fibre, è consigliato consumare una porzione di verdura ad ogni pasto al fine di aiutare la digestione;
  • Limita il consumo di cibi che hanno un alto quantitativo di sale e conservanti in quanto pieni di saturati; attenzione anche ai prodotti sott’olio;
  • Assicurati di rimuovere il grasso visibile da carne e salumi, così come la pelle dal pollame;
  • Cerca di comprare pane fresco di giornata ed evita panini contenenti latte, burro o lardo;
  • Non eccedere con i cibi fritti e quelli cucinati con burro, margarina, lardo, strutto, panna e maionese;
  • Si possono usare aceto, limone e olio (extra vergine, vegetale o di semi) per condire i vostri piatti;
  • Usare il sale iodato al posto di quello fine;
  • Limita l’uso di sale, il consumo del brodo di dado e salsine con l’aiuto di erbe e spezie;
  • Fai la spesa a stomaco pieno;
  • Non comprare cibi pronti e mangia solo quello che devi preparare;
  • Aumenta la quantità settimanale di esercizio fisico. L’attività fisica, come camminare, jogging e andare in bicicletta per 45-60 minuti almeno 3 volte a settimana migliorano uno stile di vita sedentario. Fai le scale piuttosto di prendere l’ascensore e cammina al posto di guidare.

 

Fatemi sapere se avete qualche consiglio in più sul quale posso fare le mie ricerche.
Al momento sto cercando di raccogliere una pila di ricette salutari con le quali poter organizzare i miei menù settimanali dopo il parto. Se ne avete alcune, commentate nello spazio dedicato ai commenti, oppure mandatemi una mail a mariacristinazappa@yahoo.co.uk.

Sto anche cercando di organizzare degli esercizi da fare settimanalmente dopo il parto che variano da leggeri (per dare al mio corpo l’opportunità di “guarire” dopo il parto) ad alcuni più complicati da cominciare a fare dopo la visita delle 8 settimane post parto.

Comincerò presto a condividere tutte queste informazioni qui sul blog, tempo e stanchezza permettendo.

Nel frattempo, vi auguro una buona giornata.
A presto. =)

PS. Ho fatto onore al salvadanaio che ho comprato il mese scorso. Avevo promesso a me stessa che avrei depositato £10 a settimana fino al raggiungimento del mio peso ideale, e £20 per ogni kg perso. Beh, ieri, perchè maggio ha quasi 5 settimane, ho depositato £50 nel salvadanaio. Incentivo perfetto, considerato che non posso prenderle indietro…
… a meno che non rompa il salvadanaio in 1000 pezzi, si intende. =)

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: